“Matrimonio Siriano”.

Recensioni:

Libri.

“Matrimonio Siriano” di Laura Tangherlini
Libro con DVD o E-Book edito da Infinito Edizioni.

a cura di Benedetto Loprete

“Matrimonio Siriano” di Laura Tangherlini, Libro con DVD o E-Book edito da Infinito Edizioni.

Un libro molto bello ed interessante, sinceramente ho intenzione di acquistarlo insieme agli altri che ha scritto. Narrare una scelta di dedicare un gesto alle bambine ed ai bambini più piccoli rappresenta una preziosa perla di amore, un gesto altruista ed un insegnamento donato a tutti noi da parte di una giovane autrice e scrittrice, Laura Tangherlini, giornalista e conduttrice del telegiornale all-news Rainews24 della RAI e dal marito Marco Roʼ, cantautore e musicista, cui deve per parte mia personale giungere un sentito ringraziamento per quanto così donatomi con un affettuoso abbraccio ed un caro, sentito saluto.

La scrittura e la pubblicazione di questo testo costituiscono le essenze di un particolare senso di amore e di sentimento, il prezioso dono costituito e rappresentato da questo nobile gesto benefico ed umanitario dedicato e devoluto in favore dellʼOrganizzazione “Terre des Hommes”, ancora più significativo e particolarmente emozionante, per il desiderio, lʼiniziativa, la volontà dellʼautrice che ha scritto il libro nonché del marito con cui ha scritto le bellissime canzoni “Dune” e “Gigante” interpretate e cantate nel DVD anche in compagnia con i bambini sostenuti ed aiutati, il cui guadagno sarà totalmente devoluto in beneficenza in favore dei bambini della Siria profughi di una guerra terribile.

Questo particolare gesto connota, significa e rende lʼopera ancora più preziosa e ricca di un significato e di un valore particolari, quale è appunto quella di dare compimento ad un’iniziativa benefica, volta a destinare il totale profitto dei diritti di autore a favore del sostegno e dellʼaiuto che possa essere portato in favore dei bambini siriani costretti ad abbandonare la Siria dove sta infuriando una violenta guerra oppure restare lì in preda ed alla mercé delle milizie, dei mercenari e dei terroristi che si stanno fronteggiando in questo drammatico, violento conflitto.
Uno stralcio, un frammento significativo del reportage da cui è accostato il bellissimo Libro “Matrimonio Siriano” di Laura Tangherlini edito e pubblicato dalla “Infinito Edizioni”.
Si ringraziano sentitamente con gratitudine lʼAutrice del libro Laura Tangherlini, la Casa Editrice “Infinito Edizioni”.

Un’opera particolarmente meritevole di particolari stima e di apprezzamento quella realizzata dallʼautrice di questo bel libro e scrittrice Laura Tangherlini e da suo marito, il cantautore Marco Roʼ, nonché di incoraggiamento e sostegno nonché per il prezioso dono per lʼinsegnamento significativo ed il grande valore che ci hanno così offerto attraverso il gesto da loro compiuto e realizzato nei confronti di questi piccoli che stanno attraversando questo difficilissimo, drammatico momento che speriamo possa presto finire donando la speranza che possa vedersi la luce della pace.

La scrittrice Laura Tangherlini condivide un momento ed un sentimento di particolare affetto e tenerezza, un bellissimo gesto di augurio e di auspicio perché possa esserci presto il dono della pace di particolare eleganza e delicata intimità fra donne, attraverso un abbraccio con la Direttrice del Centro per l’infanzia e per i bambini rifugiati dalla Siria di Reyhanli in Turchia.

Il pensiero corre al gesto che Laura Tangerlini con il marito Marco Roʼ hanno offerto alle bambine ed ai bambini siriani che stanno vivendo una situazione davvero difficile e drammatica nel momento in cui crescono e si trovano a perdere gli affetti ed a rimanere preda della violenza, della crudeltà, delle malattie e delle epidemie, della fame e della sete, dellʼindigenza e della povertà, dellʼalfabetizzazione, dellʼeducazione e dellʼistruzione a cui sono stati sottratti, della mancanza di cure e di un sistema sanitario ed ospedaliero e delle loro case, delle loro famiglie e delle loro vite che sono stati devastati e distrutti a causa di una guerra che da anni sta devastando un paese ed una popolazione che si dibatte nella difficoltà se non nellʼimpossibile quotidiana lotta per vivere, per mangiare e bere, una popolazione in cui è stato disseminato lʼodio etnico e settario, la crudeltà, la sofferenza e la violenza.

Ogni pretesto in quel paese è stato usato per arrecare odio e rivalità, settarismo e devastanti odi e rancori etnici e sociali, faziosità etniche e religiose, rivendicazioni su cui ancora vertono le acredini ed i rancori in atto sfociati in un sanguinoso terribile conflitto, in una guerra da cui non se ne viene a capo e non se ne viene fuori da ormai sette anni, iniziata dalle rivendicazioni della cosiddetta “primavera araba”, comuni a quelle degli altri Paesi dellʼarea medio-orientale asiatica come lo Yemen, il Bahrain, il Qatar e nord-africana e maghrebina come lʼEgitto, la Libia, lʼAlgeria, la Tunisia, il Marocco ed il Senegal.

Un conflitto difficilissimo da comprendere e da interpretare, da seguire e da studiare, iniziato come un moto di insurrezione e di protesta popolare nel lontano 2011, represso in maniera durissima e violenta dai reparti governativi e mutato in una guerriglia civile prima ed in una contrapposizione armata fra gruppi di rivoltosi e fazioni etniche quindi nel drammatico conflitto armato odierno fra militari governativi e miliziani filo-governativi da una parte e miliziani insorti e ribelli dallʼaltro cui si sono aggiunti i gruppi e le fazioni politiche e religiose estremiste ed integraliste.
Video n. 521419, Dibattito organizzato dalla “La Feltrinelli Editrice e Librerie” e tenutosi presso lo “Spazio Feltrinelli Editrice e Librerie” il 30 settembre 2017 alle ore 18:08 pubblicato a cura di Bretema ed Alessio Grazioli, che si ringraziano sentitamente.
Registrazione video dellʼevento curato dalla Infinito Edizioni e dalla “La Feltrinelli Editrice e Librerie” per la presentazione del libro di Laura Tangherlini “Matrimonio Siriano”.
Presentazione del Libro “Matrimonio Siriano” di Laura Tangherlini edito e pubblicato dalla “Infinito Edizioni” seguita dal dibattito sul conflitto siriano e sulla difficile situazione conflittuale, istituzionale, politica e sociale in essere in Siria ed in Medio-Oriente a “Radio Radicale”.
Si ringraziano sentitamente con gratitudine lʼAutrice del libro Laura Tangherlini, Luce Tommasi, giornaliste dellʼemittente “RaiNews24” e Vincenzo Camporini, Corrispondente per “Radio Radicale” dalla Turchia.
Si ringraziano inoltre la Casa Editrice “Infinito Edizioni” e “Radio Radicale”.

Riferimento:
http://www.radioradicale.it/scheda/521419/presentazione-del-libro-di-laura-tangherlini-matrimonio-siriano-ed-infinito.

Sul teatro delle operazioni si sono fronteggiati e tuttora si contrappongono i gruppi più duri da quello del cosiddetto “isil” o “dāˁesh”, lo stato islamico od altrimenti chiamato “islamic state”, il “fronte jabhat al-nuṣra” (in arabo: جبهة النصرة لأهل الشام‎, “jabhat al-nuṣra li-ahl al-shām”, ossia “fronte del soccorso al popolo di siria”, chiamato anche “anṣār al-jabhat al-nuṣra li-Ahl al-Shām”, “partigiani del soccorso al popolo della grande siria”), formalmente affiliato ad “al-qāʿida” fino al 28 luglio 2016, quando il leader di “jabhat al-nusra” Abū Muḥammad Al-Jawlani annunciò la scissione consensuale tra i due gruppi e lʼadozione del nuovo nome “jabhat fateh al-sham” o “fronte per la conquista del levante”. Il 26 gennaio 2017, il gruppo si è poi fuso con quattro formazioni minori, assumendo poi il nome “hayat tahrir al-sham”, “organizzazione per la liberazione del levante”.
Video n. 527726, Dibattito organizzato dalla “Associazione Italiana Editori” e tenutosi presso gli studi di “Radio Radicale” il 7 dicembre 2017 pubblicato a cura di Bretema e Delfina Steri, che si ringraziano sentitamente.
Registrazione video dellʼevento curato dalla Infinito edizioni e dalla “Associazione Italiana Editori” nell’ambito di “Più libri più liberi”, nel corso della 16ma edizione della “Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria”.
Dibattito con interventi registrato a Roma giovedì 7 dicembre 2017 alle ore 17:35 dal titolo “Più Libri Più Liberi. Matrimonio Siriano. Presentazione del libro di Laura Tangherlini”.
Presentazione del Libro “Matrimonio Siriano” di Laura Tangherlini edito e pubblicato dalla “Infinito Edizioni” seguita dal dibattito sul conflitto siriano e sulla difficile situazione conflittuale, istituzionale, politica e sociale in essere in Siria ed in Medio-Oriente a “Radio Radicale”.
Si ringraziano sentitamente con gratitudine lʼAutrice del libro Laura Tangherlini, Luce Tommasi, giornaliste dellʼemittente “RaiNews24” e Vincenzo Camporini, Corrispondente per “Radio Radicale” dalla Turchia.
Si ringraziano inoltre la Casa Editrice “Infinito Edizioni” e “Radio Radicale”.

Riferimento:
http://www.radioradicale.it/scheda/527726/piu-libri-piu-liberi-matrimonio-siriano-presentazione-del-libro-di-laura-tangherlini.

Ricorderò per sempre le parole che mi scrisse rispondendomi su Twitter, in merito al commento che gli avevo trasmesso circa quanto purtroppo accadde quella notte, il 4 novembre 2016 il Direttore e Senatore Corradino Mineo, quando una mamma fu buttata giù dal barcone della morte e della disperazione, lasciando su quel maledetto barcone alla mercé di quei luridi maiali, un piccolo bambino di solo un mese di vita totalmente indifeso:
«Caro @benedetto_lopre, purtroppo quella mamma è diventata un numero, come i numeri del PIL. Così smettiamo di essere uomini. E di pagarla cara». Parole sante e vere e purtroppo attuali, vere, vere come gli schiaffi che si prendono duramente così in faccia, davanti a questo baratro che sembra non avere mai un fondo per così almeno finire, non finisce mai … non finisce mai … lʼuomo, la persona, non ha soltanto così smesso di essere uomo, persona, per diventare meno che una bestia assatanata ed indemoniata, ha così perso la dignità e la ragione, quella che un tempo veniva definita come il lume della ragione, il lume dellʼintelletto, non solo la speranza, la dignità e lʼonore di potersi definire uomo, la speranza, la dignità e lʼonore di potersi definire persona. Siamo davanti alla peggiore forma di barbara, crudele ed ignobile, inumana, turpe violenza, una immane, abominevole turpitudine.

Non potrò mai dimenticarle le parole del Direttore Corradino Mineo, quellʼespressione inerente ai numeri del prodotto interno lordo, un termine ed una cifra troppo spesso abusati ed usati in maniera così banale, assimilati al numero delle vittime innocenti, agli uomini, alle donne, sovente già madri o gravide anche in seguito ad abusi, a stupri, a torture, a violenze atroci, a bambine e bambini, a quei corpi di persone ed a quelle loro cose di cui quel braccio di mare, quel tratto del Mare Mediterraneo è stato disseminato.

E non è finita, dopo ci sono state altre mamme, questa volta ancora, incinte, buttate in quel mare quindi fatte annegare con quei piccoli che attendevano, mi chiedo allora quando finiranno i governanti dei paesi che contano, quelli loro ed i nostri di mettere la testa sotto la sabbia per far finta di non vedere quello che anche i ciechi più orbi, i ciechi più ciechi e privi della vista da tempo percepiscono in modo così nitido e palese anche nel buio e nellʼoscurità della ragione arrecata dal baratro dell’immane crudeltà e della violenza.

Un altro caso toccante e molto doloroso è quello della bambina diabetica siriana che aveva soltanto 10 (dieci) anni cui gli scafisti della morte tolsero deliberatamente e violentemente, in maniera crudele e scellerata, lo zainetto gettandoglielo in mare, nonostante il padre si fosse opposto agli organizzatori egiziani e li aveva pregati, implorati, supplicati di non farlo quando si impadronirono dello zainetto della figlia, ma inutilmente. La bimba durante il viaggio entrò in coma e morì sull’imbarcazione dove c’erano stipati altri 320 (trecentoventi) migranti, al fine di pigiare nel poco spazio che rimaneva sulla barca altri disperati.

Quello zainetto che la bambina abbracciava stretto a sé e conteneva allʼinterno lʼinvolto con la confezione delle fiale dellʼinsulina e la siringa per la somministrazione del farmaco che avrebbe dovuto assumere, invece divennero per il contatto e la contaminazione con lʼacqua del mare non più utilizzabili in quanto si decomposero.

La bambina per lo spavento e la tensione di quei momenti e per la durezza della fuga e del viaggio da affrontare ancora senza potersi neanche alimentare ed essere curata, per chi è diabetico assumere in maniera corretta cibo ed acqua ed il trattamento farmalogico ormonale dellʼinsulina è essenziale e vitale e nelle normali condizioni queste attività devono essere regolate in maniera corretta ed estremamente precisa, il farmaco fra le note da aggiungere è particolarmente sensibile a manipolazioni o variazioni di temperatura oppure al contatto con altre sostanze o materie tendendo così ad alterarsi nonché a decomporsi, così come è accaduto a contatto con lʼacqua del mare.

Laura Tangerlini con il marito Marco Roʼ hanno offerto alle bambine ed ai bambini siriani dei doni, giocattoli, articoli per disegnare e scrivere, e giacconi caldi imbottiti per affrontare il rigore del freddo inverno. Si sono soffermati con loro al Centro per l’infanzia e per i bambini offrendo anche un rinfresco con la torta per festeggiare le loro nozze a fine di donare loro del bene ed un gesto di amore e di affetto, a Reyhanli in territorio turco a a pochi chilometri dal confine con la Siria.

Un gesto molto bello e significativo da parte della scrittrice Laura Tangherlini e di Suo marito, il cantautore e musicista Marco Roʼ è in particolare quello di devolvere i diritti di autore, qualcosa o buona parte di un momento personale e particolarmente intimo e di un lavoro cui si è dato compimento ad un gesto di carità e di umanità, così da dedicarlo alle bambine ed ai bambini, per cercare di donare loro un poco di umanità e di amore, di sensibilità e di rispetto, sentimenti che tutti dovremmo imparare a nutrire ed a coltivare, ad osservare ed a rispettare come valori morali ed umani essenziali ed indispensabili.

«Un uomo sulla sessantina, un vaso di rose rosse tra le braccia e un largo cappello di paglia in testa. Mi racconta che è originario di un villaggio in Siria al confine con la Turchia, nei pressi di Bab al Hawa.

Qui è l’unico della famiglia a lavorare. La metà delle figlie va a scuola, ma è stato molto difficile per loro adattarsi al nuovo sistema.
Il problema principale qui è che per i siriani tutto è vietato, compreso lavorare. “Sarebbe proibito anche vendere le rose, ma ci lasciano fare”. “Se Dio vuole, torneremo presto nel nostro Paese. Torneremo a fare la vita di prima”.

Al momento si trova in Libano ancora legalmente; i suoi documenti sono presso le autorità libanesi in attesa del rinnovo del permesso di soggiorno. E nel frattempo continua a vendere le sue rose.
Me ne mostra una e gli chiedo quale sia il significato di quel fiore che tiene tra le mani: “E’ un simbolo della pace, un conforto per l’anima. Chiunque riceve un fiore sorride e allora anche io sono felice vendendolo”.

Vado a dormire cullata da queste parole di speranza. La semplicità e la grandezza del cuore dei siriani, unita alla loro capacità di scorgere sempre una luce ancor prima del tunnel, è sempre stata per me una certezza».

Le parole scritte dall’autrice, tratte dal Capitolo “Uno”, sono emblematiche di una situazione complicatissima e terribile in cui versano i profughi riparati nel vicino Libano, il cosiddetto Paese dei Cedri, un piccolo paese anche esso alle prese con una crisi strutturale stringente, che non potrebbe altrimenti offrire più di tanto speranze e stabilità per chi, per di più, viene da fuori da una nazione distrutta e depauperata in guerra. I siriani sanno bene che quello come anche gli altri paesi vicini della regione possono essere solo un punto di accoglienza e di rifugio temporaneo e sentono di non essere visti di buon grado dalle persone originarie e residenti in quei luoghi.

Leggo e studio questo libro come un insegnamento cercando di comprendere i lati e le sfaccettature di una insurrezione, di un moto di protesta divenuto prima guerriglia e guerra civile e poi mutato e virato in una guerra tremenda fra fazioni e gruppi etnici ed ispirate da un culto distorto della religione contrapposti ai militari ed ai miliziani mercenari governativi che disfano e fanno i giochi di alleanza, di collusione e di contrapposizione a loro piacimento sulla pelle di chi si trova sotto ai loro giochi, in preda alle violenze ed alla morte, in una terribile pulizia etnica, in un terribile genocidio, un massacro che chissà quando avrà fine.

Complimenti per questo libro davvero molto bello che spero di poter leggere al più presto e di collezionare nella mia biblioteca personale come anche gli altri.

Descrizione sinottica:

“Troverete nel libro di Laura storie di siriani torturati per ordine del regime, testimonianze di famiglie finite ostaggio nei quartieri dei “ribelli”, storie di palestinesi che si vedono arrivare nei campi tutti quei siriani dei quali, un tempo, diffidavano. Una sola cosa unisce quasi tutti i protagonisti.
Il rimpianto, il desiderio struggente di tornare là dove un tempo era la loro casa, in quella terra avita che i più giovani ricordano appena.
E’ un desiderio forte che l’autrice condivide. In cui si riflette e che sublima nel suo amore per la Siria”. (Corradino Mineo).

“Un’apocalisse umanitaria piena di tante piccole e terribili storie private, che Laura Tangherlini ha raccolto.
Con amore e compassione. Nel senso pieno del termine”. (Gian Antonio Stella).

Reportage in parole e video sul dramma siriano; diario di viaggio da un matrimonio e, soprattutto, raccolta di voci e testimonianze dei tanti profughi, in maggioranza bambini e donne, incontrati nei campi in Turchia e in Libano dai due neosposi che hanno voluto aiutare i piccoli orfani siriani attraverso i preparativi e i regali del loro giorno più bello.
Matrimonio siriano, libro più documentario in Dvd, corredato da quattro canzoni inedite del musicista Marco Roʼ, due delle quali scritte e cantate insieme all’autrice. E’ una nuova finestra di verità aperta su un mondo, quello della guerra in Siria e dei milioni di persone che ne pagano le conseguenze sulla loro pelle, che i nostri media ci fanno ignorare e vuole, con la donazione dei diritti d’autore derivanti dalle vendite del libro, aiutare attraverso i progetti dell’Organizzazione “Terre des Hommes” i bambini siriani che hanno bisogno di sostegno.

Riferimenti bibliografici con indicazione della posizione e della preferenza in classifica e commento sui canali commerciali elettronici specificati per referenza editoriale:

“Matrimonio Siriano” di Laura Tangherlini
Cofanetto contenente Libro con DVD:

Editore: Infinito Edizioni
Data di pubblicazione: 28 agosto 2017
Formato: Cofanetto contenente Libro con DVD
Collana: Orienti
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8868612267
ISBN-13-EAN Code: 9788868612269

Recensito 5 (cinque) stelle ⭐⭐⭐⭐⭐ nella classifica della IBS (Internet Book Shop Italia) dei libri offerti in catalogo.

Recensito 5 (cinque) stelle ⭐⭐⭐⭐⭐ nella classifica dei libri offerti in catalogo dal canale di vendita Amazon.

“Matrimonio Siriano” di Laura Tangherlini
Formato E-Book Tipo E-Pub:

Editore: Infinito Edizioni
Data di pubblicazione: 28 agosto 2017
Formato: E-PUB
Testo in italiano
Cloud: Sì
Compatibilità: Tutti i dispositivi compresi i Kindle Readers
Dimensioni: MB 24,55
ISBN-13-EAN Code: 9788868612498

Recensito 5 (cinque) stelle ⭐⭐⭐⭐⭐ nella classifica della IBS (Internet Book Shop Italia) dei libri offerti in catalogo.

Recensito 5 (cinque) stelle ⭐⭐⭐⭐⭐ nella classifica dei libri offerti in catalogo dal canale di vendita Amazon.

Laura Tangherlini ci racconta lʼorrore della guerra attraverso la testimonianza dei sopravvissuti, lʼorrore che continua a perseguitare un popolo in fuga, che lo perseguita proprio perché in fuga. Il dvd allegato contiene un documentario meraviglioso, in cui Laura lascia la parola ai bambini. “Quelli che restano” è il titolo di un celebre dipinto di Umberto Boccioni.
Laura Tangherlini ci mostra l’orrore della guerra senza ricorrere a immagini forti; ci mostra “quelli che restano” con semplicità e candore, e in questa semplicità e candore le atrocità dei conflitti appaiono ancora più crudeli e incomprensibili. Meravigliose e commoventi le testimonianze dei bambini sullʼaltalena.

Note per la lettura del Formato E-Book:

Gli E-Book (Electronic Book) possono avere due diversi formati, ePub o PDF. Il primo è lo standard mondiale per gli E-Book (Electronic Book), presenta una paginazione dinamica ed è compatibile con la maggior parte dei dispositivi sul mercato; inoltre è il formato consigliato per una migliore fruibilità dellʼE-Book (Electronic Book). Il secondo è utilizzato quando nellʼE-Book (Electronic Book) sono presenti immagini o tabelle, in quanto presenta una paginazione fissa e non è possibile personalizzare la lettura, ad esempio ingrandendo il carattere.
Entrambi questi formati di edizione, di pubblicazione e di lettura possono essere protetti da DRM (Digital Rights Management la cui traduzione letteralmente assume il significato di Gestione dei Diritti di Autore o di Edizione Digitale).

Compatibilità:

La compatibilità di un E-Book (Electronic Book) dipende dalle modalità con cui è stato prodotto dallʼEditore. Generalmente un ePub (Electronic Publishing) o un PDF (Portable Document Format) sono compatibili con la maggior parte dei dispositivi presenti sul mercato, ma per alcune pubblicazioni, che presentano dimensioni di pagina ben definite, consigliamo lʼutilizzo di dispositivi con un display superiore ai sei pollici, come il monitor per la lettura di documenti su un personal computer o su un tablet.

Cloud:

La presenza di un E-Book (Electronic Book) sul tolino Cloud permette di leggerlo comodamente sui dispositivi o sulle applicazioni “Tolino”, senza doverlo scaricare quindi installare e memorizzare, archiviare sul disco fisso oppure esterno di un personal computer.
Qualora il titolo presenti la dicitura “Cloud: No” per poterlo leggere sarà necessario scaricarlo su un personal computer ed autorizzarlo con un Adobe ID (Identity Digital) Account valido con il programma Adobe Digital Editions.

Benedetto Loprete